sabato 10 gennaio 2009

Vietnam: l'ambasciata svedese finanzia un progetto per i diritti dei gay


L'ambasciata svedese in Vietnam ha promesso un sostegno finanziario per una nuova campagna di sensibilizzazione volta a ridurre la violenza contro le donne lesbiche e a promuovere i diritti umani per le minoranze sessuali. In particolare il Centro di Studi e di Scienze applicate al genere, alle donne e agli adolescenti riceverà la somma di circa 250.000 euro per realizzare il progetto. L'omosessualità è legale in Vietnam, ma i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono vietati e non ci sono tutele giuridiche contro la discriminazione dei gay. "In linea con la politica del governo svedese che è stata adottata di recente – ha affermato la rappresentante dell’ambasciata Ottosson - si è voluto avviare un progetto volto a promuovere i diritti umani in Vietnam, con particolare attenzione per i diritti delle persone lesbiche, gay e trans. Il progetto si concentrerà anche sul comportamento degli uomini in relazione alle violenze domestiche e tale iniziativa, volta a rafforzare la capacità di intervento dell’organizzazione, diventerà pilota nel panorama sociale vietnamita”.

“Senza rosa né celeste". Diario di una madre sulla transessualità della figlia”: di Mariella Fanfarillo, prefato da Cirinnà.

«Ho imparato a mie spese la differenza tra vedere e guardare: ora so che da sempre io vedevo mio figlio ma guardavo mia figlia».  È da...