martedì 30 aprile 2013

LE INVISIBILI - clandestine con permesso di soggiorno



Il progetto "Le Invisibili" nasce dall'esigenza di porre fine al silenzio socio-istituzionale rispetto alla questione transgender, per dare voce e volto a quelle persone che vivono quotidianamente l'istigazione alla negazione di sè, da parte di un impianto culturale oppressivo, respingente etero sessista e binario.

Per questo  cerco persone transgender mtof che vivono una condizione di disagio, esclusione, emarginazione e violazione di ogni genere e matrice, anche istituzionale. Per coloro  che vivono una transizione "non serena" e non autodeterminata.  Tutto per la realizzazione di un corto, visto che il ministero delle pari opportunità lo fa per l'omofobia, noi ce lo facciamo da sole.

Perchè la questione transgender non trova dibattito in Italia.

Questo progetto si rivolge nello specifico alle transgender mtof perchè dati, studi e testimonianze ci confermano che gli ftom sono meno riconoscibili, trovano con più facilità occasioni di affermazione ed inserimento socio-lavorativo. Non destrutturano il genere dominante (quello maschile), ma lo ricercano nella sua riaffermazione. Noi mtof rompiamo la cultura patriarcale/etero-sessista, negando il genere maschile, quello dominante. Per questo rappresentiamo un "pericolo" culturale/sociale/politico.

Per questo, ed altro ancora, tornando al progetto, occorre solo fare brevi riprese video con proprio pc o con una videocamera della durata di 5 minuti, in primo piano e con uno sfondo bianco o possibilmente chiaro e senza oggetti per dare una continuità cromatica di sequenza all'intero video che sarà in bianco e nero. Segnalare brevemente la propria condizione e il tipo di disagio che si vive all'interno della rete sociale e familiare, istiuzionale, lavorativa... 

Questi mini video vanno spediti alla mia mail - lauradenus@gmail.com - ne verranno selezionati 8, che io stessa provvederò a montare e produrre. Vi prego di far girare anche nei gruppi ai quali siete iscritti/e. Per maggiori info scrivete alla mia mail o consultate la pagina facebook al progetto. Grazie!



Di Laura Denu 
Fonte: http://leinvisibili.blogspot.it/

"♥♥ LARA FABIAN ♥♥ Le Secret ♥ “Deux ils, deux elles”


Lara Fabian con “Deux ils, deux elles”' un nuovo inno che mette in evidenza le coppie gay. Un cenno in questo periodo significativo di omofobia disinibita.




Il presidente Obama loda coraggio di giocatore NBA che ha dichiarato publicamente di essere gay



"Gioco nella Nba, sono nero e sono gay". Jason Collins, 34enne giocatore di basket americano, ha rotto un tabù: è il primo atleta della Nba, il campionato professionistico, a fare coming out. Nella sua carriera ha giocato con le maglie di New Jersey Nets, Memphis Grizzlies, Minnesota Timberwolves, Atlanta Hawks, Boston Celtics e Washington Wizards

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha offerto pieno supporto per il giocatore Jason Collins, NBA, che ha dichiarato publicamente di essere gay in un'intervista pubblicata Lunedi sulla rivista 'Sports Illustrated'.

Ora, dopo l'annuncio di Collins, il primo giocatore NBA ad assumere di essere gay, il presidente Obama ha chiamato l'atleta e ha detto che è stato colpito dal suo coraggio, secondo un funzionario della Casa Bianca che non era autorizzato a parlare pubblicamente della conversazione privata e ha parlato a condizione di anonimato.

In precedenza , il portavoce della Casa Bianca Jay Carney aveva già detto che la decisione di Collins è stato un altro esempio di progresso e di sviluppo negli Stati Uniti, così come per la crescita tra gli americani per l'accettazione dei diritti dei gay e il matrimonio omosessuale.

Fonte:http://sportsillustrated.cnn.com/magazine/news/20130429/jason-collins-gay-nba-player/#ixzz2RsNNrJVI

Scomunicato in Brasile il prete che difende i matrimoni gay

Il vescovo di Bauru, una città di circa 350 mila abitanti all'interno dello stato di San Paolo, in Brasile, ha scomunicato un prete che si era espresso in favore delle unioni tra persone dello stesso sesso. La scomunica è stata resa nota dalla diocesi di Bauru attraverso il proprio sito internet in cui si precisa che "uno degli obblighi del vescovo è quello di difendere la fede, la dottrina e la disciplina della Chiesa". Il testo è firmato dal Consiglio dei preti diocesani, è composto da dieci sacerdoti della cupola dell'organo. Ora, il processo di scomunica sarà toccata da un giudice istruttore per poi  raggiungere il Vaticano, per ultima analisi, della chiesa.
 
Conosciuto per contestare il conservatorismo morali della Chiesa Cattolica, Roberto Francisco Daniel, 48 anni, conosciuto come padre Beto, ha tenuto la sua ultima Messa, Domenica (28), in due chiese che erano piene di fedeli commossi.

Il vescovo di Bauru, Caetano Ferrari, 70 anni, aveva invitato il sacerdote "a confessare l'errore commesso" e, al suo rifiuto, è scattata la scomunica.

Padre Beto è un personaggio anticonformista e molto popolare. Lo si può incontrare spesso nei pub e nelle birrerie di Bauru con indosso magliette con immagini di rockstar o di Che Guevara e con anelli e piercing. Oggi ha salutato i suoi ormai ex parrocchiani dicendo loro di sperare di tornare presto.

Per fortuna nessun rogo ', ha detto commentando in modo ironico la decisione del vescovo. Padre Bento ha detto che la decisione non cambierà nulla nella tua vita, avendo già deciso dalla rimozione della Chiesa.

"Chi ha detto che un dogma non si può discutere? Se riflettere è un crimine, io sarò sempre un peccatore", ha aggiunto.

Fonte:http://www1.folha.uol.com.br/cotidiano/2013/04/1270637-igreja-decide-excomungar-padre-que-defende-homossexuais-em-sp.shtml

'NEMICI DELLA DEMOCRAZIA!

Mentre la Francia era impegnata in approvare la nuova legge sui matrimoni gay, in Italia c'è chi ha utilizzato quelle ore per fare omofobia. Userò le parole del presidente dell'assemblea Francese, per definire questi mostri nella foto.
'NEMICI DELLA DEMOCRAZIA!'

E 'facile riconoscere una buona legge, riconoscere il bene quando il nostro cuore si nutri di buona volontà davanti alla legge

Una buona legge, porta il progresso la felicità la sicurezza, giustizia per
tutti i nostri simili e per tutte le creature che troveremo nella nostra strada

Le cattive politiche, saranno sempre rappresentate da questa triste vocazione del bene solo per noi stessi, che si esprimersi in egoismo, ignoranza,dittature e odio.

Rimaniamo noi stessi, gay, lesbiche,transessuale. Figli,fratelli,amici , anche se quello che e riservato per noi, sarà, la incomprensioni la sofferenza, la fustigazione e la morte.
Rimaniamo noi stessi, perché La Legge è viva e la giustizia, come ben vediamo, sta arrivando anche se con piccoli passi!... Mi auguro che passe anche, ma molto presto da noi.


http://gayburg.blogspot.it/2013/04/il-pdl-piazza-farnese-contro-le-nozze.html

Tre morti nel campo che convertiva gay effeminati in veri uomini

E' servita la morte in condizioni pietose di un ragazzo perché si facesse luce su altri due decessi classificati frettolosamente come naturali e frutto di violenze di ogni genere in nome dell'orientamento sessuale. Raymond Buys, 15 anni, sudafricano come Eric Calitz, 18 anni, e Nicolaas Van Der Walt, 19 anni, è arrivato in ospedale col corpo scheletrico, disidratato. Aveva subito danni cerebrali e il suo braccio era rotto in due punti. Su tutto il corpo c'erano ustioni e ferite. E' rimasto agonizzante quattro settimane in terapia intensiva prima di cedere alla morte.

Tutto era cominciato 10 settimane prima, quando aveva iniziato a frequentare il corso di Alex De Koker, 49 anni, ora sul banco dgli imputati per maltrattamenti di minori, tortura e omicidio colposo insieme al suo dipendente Michael Erasmus, 20 anni. E' dal 2006 che De Koker organizza l'"Echo Wild Game Rangers" dove per 1900 euro i ragazzi gay effeminati possono essere "convertiti" in veri uomini grazie a metodi militari. Ad aggiungere i dettagli drammatici di quel che accadeva in quella mostruosità creata da Koker sono adesso i testimoni chiamati al processo, quelli che sono usciti miracolosamente vivi da quell'incubo. Come Gerhard Oostuizen, 19 anni, compagno di tenda di Buys, che ha descritto come ogni notte il ragazzo venisse incatenato al letto, di come gli veniva negato anche di andare in bagno e di quella volta che fu costretto persino a mangiare le proprie feci. Quando le forze mancavano e Buys non riusciva a svolgere i gravosi compiti che gli venivano assegnati allora arrivavano le botte e tutto serviva per causare dolore: assi, tubi di gomma, bastoni e anche acqua bollente. Una volta lo vide mentre lo legavano nudo a una sedia, con la testa avvolta in cuscino e una pistola elettrica che lo fulminava ripetutamente. Un'altra volta vide Buys legato ad un furgone e trascinato per strada.

L'aspetto più inquietante, però, è che a mettere i ragazzi nelle mani dei loro aguzzini sono state le famiglie, consenzienti anche se ignare dei reali metodi usati nel campo d'addestramento. «Ho mandato mio figlio a questo corso per fare di lui un uomo migliore, per dargli un futuro migliore», ha detto la madre di Raymond al Daily Telegraph. «Ci fidavamo di Alex De Koker». La stessa cosa che avranno pensato i genitori di Eric Calitz e Nicolaas Van Der Walt. La famiglia del primo seppe della sua morte via SMS e a entrambe fu detto che i figli erano morti per un attacco di cuore. I medici, però, nel caso di Eric trovarono tracce di numerosi sanguinamenti nell'area cerebrale; Nicolaas aveva segni di strangolamento con una cintura.

Fonte;http://m.gay.it/channel/attualita/35386/Tre-morti-nel-campo-che-convertiva-gay-effeminati-in-veri-uomini.html#myCarousel

martedì 23 aprile 2013

La Francia diventa il 14esimo Paese al mondo ad istituire il matrimonio tra persone dello stesso

 L'Assemblea nazionale francese ha approva definitivamente la leggi per l'uguaglianza del matrimonio. La legge è passata con 331 voti a favore e 225 contrari. "È un momento storico" è stato il commento del ministro della Giustizia, Christiane Taubira, che prima della votazione aveva detto che i primi matrimoni potranno essere celebrati già a giugno.
  Il voto è andato giù poco dopo una protesta nella galleria. Il presidente dell'assemblea ha ordinato 'fuori questi nemici della democrazia fuori dal parlamento!'



La Francia si unisce alla Nuova Zelanda, Uruguay, Olanda, Belgio, Spagna, Canada, Sud Africa, Norvegia, Svezia, Portogallo, Islanda, Argentina e Danimarca come la 14 ° nazione che offri ai suoi cittadini l'uguaglianza del matrimonio in tutta la nazione.

Brasile, Messico, e, naturalmente, gli Stati Uniti lo offrono in alcune parti del paese.

La risposta della ministra della Giustizia francese, Christiane Taubira, che ha difeso con forza all’Assemblea nazionale il progetto di legge sul matrimonio e l’adozione per le coppie omosessuali, spiegando che garantisce «la sicurezza giuridica a tutti i bambini della Francia». La sua risposta a un deputato di destra contrario ai matrimoni gay.


«Signor deputato, non vorrete farci credere che vivete in un igloo e che non avete alcuna conoscenza della diversità delle famiglie in questo paese, che ignorate del tutto l’esistenza di famiglie omogenitoriali, che non sapete che c’è lo stesso amore nelle coppie eterosessuali che in quelle omosessuali, che hanno lo stesso amore per i loro bambini e che i loro bambini sono i bambini della Francia. Signor deputato, il governo ha presentato un testo di legge di grande progresso, grande generosità, fraternità e uguaglianza per garantire la sicurezza giuridica a tutti i bambini della Francia. E le posso dire che ne sono particolarmente fiera».





Gli oppositori alle nozze gay sono i movimenti CATTOLICI, LA DESTRA. CONTRARI alla uguaglianza di diritti, CONTRARIO AL AMOR, CONTRARI A ALTRE ESSERE UMANI, CITTADINI COME TUTTI LORO, CHE GODONO DEL DIRITTO SUPREMO DI ESSERE NATI ETEROSESSUALI, E APPARTENENTI A UNA RELIGIONE( come sono tante, le religione, non elenco qui). Riflessione ...dove sta l'amore, la fratellanza. Ama il prossimo tuo come te stesso? Mi sa che dovevano prima di tutto imparare ad amare se stessi . Sarà per questo che il mondo fa cosi schifo?.

Vanessa Mazza

lunedì 22 aprile 2013

La Giornata della Terra


Oggi 22 aprile si celebra l'Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra. Appuntamento ufficiale, proclamato dalle Nazioni Unite nel 1970, nato per informare e sensibilizzare le persone su tematiche ambientali, ecologiche, sociali e umanitarie. Evento che, ogni anno, coinvolge 175 paesi nel mondo e punta l’attenzione su temi importanti e attuali. La giornata giusta per interrogarsi e trovare risposte sul «nostro Pianeta» e, perché no, magari decidere di cambiare stile di vita.

Modello trans copertina di Vogue Hommes Japan di maggio


«VOLEVO I PANTALONI...E LI HO MESSI»



Il modello Casey Legler, della Agenzia di moda Ford Model, come volto copertina della prestigiosa rivista Vogue Hommes Japan. Bello, tatuato, Casey è un transessuale FTM (da femmina a maschio) ex nuotatrice olimpico Casey è ovunque. Casey lavora spesificamenti nei editoriale e campagna di moda maschilli che è anche previsto nel suo contratto con la Ford.

Per Casey Legler, 35 anni, la parola androgino è, prima di tutto, sinonimo di libertà: «Siamo tutti quello che siamo, anche se a volte è complicato. Ma è limitante definirsi sempre uomo o donna. Non si può giudicare la gente solo se indossa una gonna o un paio di pantaloni».

Rupaul "SuperModel"


domenica 21 aprile 2013

Orgogliosa di aver votato M5S !!!

Orgogliosa di aver votato M5S !!!, Avete scoperchiato questa pentola e abbiamo tutti visto cosa c'è dentro, un parlamento di MOSTRI. Ieri non è stata una sconfitta, anzi, avete smascherato questa politica oscena che, da anni ha preso per il CULO L'Italia....Loro sono la parte in decomposizione di questo paese. E il peggio che si credano di aver fatto il bene del popolo, vergognoso. BUONA DOMENICA A TUTTI E SEMPRE FORZA.
 La casta ha vinto ancora...Cambiamento ? Grazie PD, per averci rubato la speranza di un vero cambiamento. Siete delle merde.




 
il giorno 20/04/2013 tutti gli italiani lo ricorderanno come data storica dove hanno capito che il loro voto non vale un cazzo.

Ma cosa mancava a Rodotà? ho meglio, Cos'ha Rodotà che non va?

Ma cosa manca a Rodotà?

di Arturo Di Corinto

 
E' un padre nobile della sinistra. Giurista insigne, conosce la Costituzione a menadito. Ha insegnato alla Sorbona e al Collegio di Francia. E fa il pieno di applausi dei giovani nei festival letterari, del diritto, della legalità. Ecco chi è il prof che il pd Fassina definisce "uno sconosciuto"

Capelli bianchi da vecchio saggio, occhi chiari e curiosi. Mimica teatrale e gesticolazione garbata. Un fascinoso ottantenne dal piglio giovanile, ben vestito pure in maniche di camicia. Un volto che ricorda le origini magnogreche e manifesta la "nobile semplicità e la quieta grandezza" della statuaria neoclassica. Tanto discreto sulla sua vita privata quanto estroverso in pubblico. Elegante nei modi, riservato anche con gli amici. Tollerante verso tutte le opinioni ma determinato nelle convinzioni. Flessibile nell'ascolto ma rigoroso sulle idee. Attento coi giovani, sfuggente coi seccatori. Amante delle buone conversazioni, ma sempre pronto ad andare dal dentista quando parlare diventa inutile.

Stefano Rodotà è così. Un colto globetrotter che, dopo essersi autorottamato - «alla fine del mio secondo incarico alla Privacy», dice lui - non ha mai smesso di leggere, studiare e girare il mondo per continuare ad imparare. Per portare in giro le idee e dare battaglia sui diritti.

Già i diritti: ai beni comuni, alla riservatezza, all'informazione, alla manifestazione del pensiero, alla salute, al lavoro, al reddito, all'esistenza. Sempre declinati nella cornice del Diritto, di quella giurisprudenza da lui tanto amata che, al pari della società, vede come un corpo vivo e in costante trasformazione, non come qualcosa di fisso e immutabile.

Una pratica e una teoria che, con un gioco di parole, è diventato il titolo del suo ultimo libro: "Il Diritto di avere diritti". Tenace difensore dei beni comuni, anche negli ultimi vittoriosi referendum su acqua e nucleare, ha condotto molte battaglie per i diritti civili e l'autodeterminazione delle donne e degli uomini. Attivista per la libertà della rete e il pluralismo dell'informazione, fedele osservante della Costituzione, è un vero "garantista".   


Probabilmente è per questo che viene considerato da tanti una 'riserva della Repubblica'. Soprattuto oggi, in uno scenario politico così incerto. Riserva in senso di risorsa. E lui lo sa ma non lo ammette e si schermisce e imbarazza quando glielo dicono.

Ma è questo il motivo per cui ha accettato la proposta avanzata dall'elettorato grillino e fattagli, viva voce, da Beppe Grillo, la sera di mercoledì 17, poco prima delle 18. Dopo che sia Milena Gabanelli sia Gino Strada, entrambi davanti a lui nelle Quirinarie, avevano declinato la stessa proposta. Un colloquio di pochi minuti fatto di risate e e battute spiritose.

Da lì è cambiato tutto e la cronaca delle prossime ore ci dirà come va a finire. Infatti, il pressing su Stefano Rodotà perché ceda il passo a Romano Prodi e convinca i Cinque Stelle a votare l'ex presidente ulivista della Commissione Europea, pare destinato a fallire.

Un esito che non dipende da Stefano Rodotà ma da chi lo ha candidato e da chi non lo ha fatto. Stamattina ha dichiarato: "Non intendo creare ostacoli a scelte del movimento [Cinque Stelle, nda] che vogliano prendere in considerazione altre soluzioni". Perchè si è espresso così? Perchè il M5S non molla e se Rodotà si ritirasse, i pentastellati candiderebbero Zagrebelsky e non Prodi. Quindi sarebbe inutile. E' il Pd che deve accettare la proposta dei cinquestelle che oggi hanno dichiarato: «E'il presidente dei cittadini e non dei partiti». «Qualunque nome indicherà Rodotà per formare un nuovo esecutivo, una volta presidente, a noi andrà bene».

La domanda che si pone allora è: perché il Pd non accetta di convergere su Rodotà? E' un tecnico. Giurista insigne, professore emerito di Diritto Civile, già in predicato di andare alla Consulta. Conosce la Costituzione a menadito e non perde occasione di citarne i migliori articoli, sia che parli in pubblico sia che scriva. Ha insegnato alla Sorbona e al Collegio di Francia. Dirige riviste di diritto ed è membro di numerosi comitati scientifici. E' anche un politico. E' stato parlamentare per diverse legislature con il Pci e la Sinistra Indipendente prima di aderire al Pds di cui è stato presidente per un breve periodo. E' stato anche vicepresidente della Camera, veste nella quale ha vissuto in prima persona l'elezione di Luigi Scalfaro.

Insomma Rodotà è un fedele interprete e custode della Costituzione, sa come funziona il Parlamento ed è un padre nobile della sinistra, è molto popolare nei movimenti, è amato sia da chi lo legge su Repubblica (o sul Manifesto), che dagli spettatori di Ballarò. Fa il pieno di pubblico nei festival letterari, del diritto, della legalità, e viene osannato da studenti e intellettuali. Non ama inciuci e compromessi ed ha la dignità dello statista.
 
Fonte:http://espresso.repubblica.it/dettaglio/ma-cosa-manca-a-rodota/2205286

venerdì 12 aprile 2013

Ieri l’Uruguay, oggi la Francia: via libera alla legge sui matrimoni e adozioni per coppie gay


Il Senato francese ha approvato la proposta di legge sul matrimonio omosessuale. Con un giorno di ritardo rispetto all'Uruguay, che ha legalizzato ieri le unioni gay, la controversa proposta del "mariage pour tous" sostenuta con forza dal governo socialista di François Hollande è stata approvata in maggioranza questa mattina.


Il Presidente in persona - sostenuto dall'agguerritissima guardasigilli Christiane Taubira, l'attuale ministro della Giustizia, di cui la legge porta il nome - ha lottato con le unghie e con i denti affinché il progetto venisse approvato all'Assemblée (la Camera dei deputati) nel febbraio scorso, per essere poi sottoposto al Senato della Repubblica.


Il procedimento è stato ritenuto "conforme" dopo una settimana di feroci dibattiti tra opposizione e maggioranza. Hanno votato a favore della legge diversi senatori dell'UMP, il principale partito d'opposizione, e persino dell'UDI, l'Unione dei Democratici indipendenti (centrodestra); va registrata invece l'assenza di alcuni senatori del Partito Socialista

Il primo articolo, il più importante e controverso, prevede anche la possibilità dell'adozione da parte di una coppia omosessuale che possieda specifici requisiti.

"Quindici anni dopo l'adozione dei Pacs, assaporo questo momento. Partecipo ad un momento storico", ha dichiarato Jean-Pierre Michel, relatore della proposta di legge al Senato.

Fonte:http://www.agoravox.it/La-Francia-approva-matrimoni-gay-e.html

giovedì 11 aprile 2013

Video: Una giovane trans legata e umiliata in strada dalle forze di sicurezza in Costa d'Avorio.


Una giovane trans legata e umiliata in strada dalle forze di sicurezza in Costa d'Avorio. Guardate il video.

 

Come è possibile che nel 2013 dobbiamo ancora vedere queste barbarie, l'ennesima barbarie. Perché tanto odio?

Questo video sta facendo il giro del mondo, Nel quale si vede una giovane trans ivoriana umiliata da elementi delle forze di sicurezza a Abidjan, Costa d'Avorio ... Il video è del febbraio 2013.

Sono una donna transessuale, cioè sono nata biologicamente uomo, ma non riconoscendomi nella identità di genere maschile, ma in quella femminile ho iniziato una transizione per diventare quello che mi sento di essere, una donna. Non è una questione di scelta. Questa è una delle varie manifestazioni della natura creata da Dio. La transessualità o transessualismo è la condizione di una persona la cui l’identità sessuale fisica non è corrispondente alla condizione psicologica dell'identità di genere maschile o femminile e che, sovente, persegue l'obiettivo di un cambiamento del proprio corpo.

L'unica scelta che abbiamo tutti, è quella di essere buoni o cattivi esseri umani, di perdonare e di accettare le differenze.

Dopo vedere questo triste video. Sono triste per l'Africa, con tutte queste storie pietose. Sono ancora più triste nel leggere i commenti di fanatici religiosi del Terzo Millennio, che invocano Dio per giustificare il loro odio, la loro ignoranza. Uno che è capace di gioire nel distruggere altre persone secondo me, è un boia e della peggiore specie.

Ma davvero Dio è così? Possibile che quello che Gesù descriveva come un padre compassionevole e ricco d'amore sia soltanto una specie di orco?

Vanessa Mazza.


http://koaci.com/videos-81359http://koaci.com/videos-81359

giovedì 4 aprile 2013

Daniela Mercury. Una delle cantanti più popolari del Brasile, ha fatto Coming Out Via Instagram.


Daniela Mercury. Coming Out Via Instagram.(Nel mondo LGBT l'espressione coming out è usata per indicare la decisione di dichiarare apertamente il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere)

Daniela Mercury. Una delle cantanti più popolari del Brasile,47 anni, ha fatto il suo "Coming Out", via Instagram , inviando una foto di lei e della sua compagna, la giornalista Malu Vercosa. Ha incluso anche un commento, 'Malu ora è mia moglie, la mia famiglia, la mia ispirazione per cantare.'

Daniela Mercury ha venduto oltre 20 milioni di album in tutto il mondo. Ha vinto un Latin Grammy e ambasciatrice UNICEF, ha adottato una bambina di tre anni nel mese di febbraio e la custodia definitiva di due ragazze 11 e 14 anni. La cantante ha anche due figli biologici dal suo primo matrimonio, e già una nonna.


I fan di Daniela Mercury hanno dimostrato il loro sostegno sul suo profilo Instagram: Più di 8900 mi piace alle foto e oltre 2.400 fan hanno lasciato commenti di congratulazioni.



CONGRATULAZIONI DANIELA... questa ATTITUDINI è un grande esempio di amore.

Ho pensato che bello. Un altra bella giornata ;-)

Capisco, e mi identifico con questa sensazione. Un stato d'amore che libera e ci porta a compiere azioni che gli altri chiamano di 'coraggio', ma che noi chiamiamo 'verità'. Vivere la verità stessa, in uno stato di amore, condividere con il mondo. Nulla può essere più bello. Dell'amore ❤

Vanessa Mazza

mercoledì 3 aprile 2013

Padre Gabriele Amorth. Mi sa che si è dimenticato (L'epoca della Cristianità) ricordata ancora oggi, come (l'età delle tenebre)


Dopo aver sentito quell'essere immondo di Giovanardi proferire CAZZATE sull'omicidio dello studente ferrarese diciottenne Federico Aldrovandi. Ora quest'altro poveraccio Padre Amorth, sacerdote ed esorcista, ai microfoni di “Un giorno da pecora”, su Radio Due.




Si dichiara ovviamente contrario ai matrimoni gay, definiti “contro natura”, e aggiunge: Il diavolo” – prosegue – “c’entra con l’omosessualità, il demonio è favorevole alle cose contro natura“.

Vorrei ricordare a tutti voi un passaggio della storia umana (L'epoca della Cristianità). Dove, non era non gli omosessuali a controllare il mondo. Ma, le religione, anzi, la santa chiesa cattolica...Quel lungo periodo vieni ricordata ancora oggi, come (l'età delle tenebre) ( L'età barbarica) ( buia) o meglio ancora. Il( medioevo,) un periodo storico di ben dieci secoli: OPS!!! ( ma erano guerre sante, tutto giustificato)

Perché nessuno condanna con lo stesso fervore, LA GUERRA, LA FAME NEL MONDO, LA CORRUZIONE POLITICA E TUTTE LE MOSTRUOSITÀ MEDIEVALE CHE SUCCEDONO NEL MONDO, A OGNI SECONDO.
MA Và..>>:-<< , >>:-<<

Vanessa Mazza.

Un personaggio molto importante nella storia della civiltà mondiale, ricordati anche nella Bibbia, è l'eunuco.

La storia è piena di persone che sono stati castrati per motivi religiosi.

Le castrazioni religiose si sonno svolta dall'Asia Minore nel secolo I, attraversando la Russia de secolo XVIII. Per finiri nell'India di oggi. In genere, queste castrazioni ha a che fare con il peccato della carne, o la devozione a qualche entità. 



Nel libro di Matteo, c'è anche la seguente citazione:

19:12 Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre; ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini, e vi sono altri che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca. 

E 'il capitolo 19, versetto 12

Vanessa Mazza.

Dopo la Camera, anche il Senato dell'Uruguay ha approvato ieri il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Oggi è un buon giorno, come dice la canzone di Facundo Cabral, per ricominciare, per cantare, per ridere e per essere di nuovo felice!

Il Senato uruguaiano ha approvato, con una maggioranza di 23 voti a favore e 8 contrari, un disegno di legge che consente il matrimonio civile per le persone dello stesso sesso.

Prima approvato con 81 voti favorevoli, 6 contrari alla Camera dei Rappresentanti. Mercoledì prossimo voteranno parziali modifiche introdotte dal dibattito al Senato di ieri. l’Uruguay diventerà il secondo paese della America latina è il dodicesimo paese al mondo ad avere l’istituto matrimoniale aperto a tutte le persone.

Contro il matrimonio per tutti ha votato, invece, il Partido Nacional – detto anche “Blanco” – che è supportato dalla chiesa cattolica e da gruppi ultraconservatori.

Bello , un'altra vittoria del mondo civilizzato.
Vanessa Mazza.

Fonte:http://www.eldia.com.ar/edis/20130403/Uruguay-otro-paso-favor-bodas-gay-elmundo7.htm

“Senza rosa né celeste". Diario di una madre sulla transessualità della figlia”: di Mariella Fanfarillo, prefato da Cirinnà.

«Ho imparato a mie spese la differenza tra vedere e guardare: ora so che da sempre io vedevo mio figlio ma guardavo mia figlia».  È da...