Uruguayani protestano dopo ondata di crimini contro transessuali nel paese.

Migliaia di sostenitori del Movimento (LGBT)  lesbiche, gay, bisessuali e transgender del Uruguay si sono riuniti  venerdì scorso  nel centro di Montevideo per difendere i loro diritti e per chiedere una risposta contro l'ondata di criminalità che ha punito la comunità transessuale quest'anno nel paese. La marcia, in cui ogni 28 settembre le minoranze sessuali uruguaiane ricorda il giorno della diversità sessuale, è andato tutto in modo festoso e pacifico il viale principale della capitale  è stato solo oscurato da un costante ricordo dei cinque transessuali che sono stati uccisi nel paese quest'anno .

Come ha spiegato alla agenzia Efe la avvocato transessuale Michelle Suarez, questi crimini "estremamente feroce" è la questione più importante da prendere in considerazione in questo momento da parte della comunità LGBT. "Questi cinque omicidi sono stati crudeli, perché successivamente sono state bruciati o tentato di bruciare. Erano lavoratrici del sesso, e la mancanza di risposte su questo tema è stato messo sul tavolo, ovviamente, la discriminazione fondata, che sembrano indicare che i transessuali siano esseri torturabili ​​e assassinabili"  ha detto Suárez.

"Come sempre, si guarda un gruppo discriminato e vulnerabile e si ritiene che i colpevoli sono tra di loro, non credo che sia un atteggiamento che porta al progresso", ha aggiunto. Nonostante questa circostanza, Suarez ha rilevato che negli ultimi anni in Uruguay "ci sono stati enormi progressi" nel trattamento di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, e che il paese è " all'avanguardia nella costituzione e nell'ambito giuridico" a cui manca solo l'applicazione di politiche sociali che cercano di aiutare le persone discriminate.

A questo proposito, il Ministero dello Sviluppo Sociale dell'Uruguay ha annunciato oggi che i transessuali possono essere qualificate come beneficiari di Social Card Uruguay, che permette di accedere all'offerta completa di assistenza sociale e il benessere dei programmi, del lavoro e di educazione per prevenire la sofferenza e l'esclusione sociale.



Negli ultimi sei anni, l'Uruguay ha:

legalizzato le unioni civili per le coppie dello stesso sesso
l'adozione di bambini da parte di genitori dello stesso sesso
recongiuzioni familiare di stranieri omosessuale
cambiamento di sesso agevolati e le variazioni delle identità di genere
gay e lesbiche possono servire nelle forze armate.

Commenti

Post più popolari