martedì 15 gennaio 2013

Jodie Foster parla di privacy e l'omosessualità in un discorso commuoventi ai Golden Globe

Jodie Foster ha commosso il pubblico ai Golden Globe di Domenica notte, per difendere la separazione tra vita pubblica e privata e per parlare per la prima volta apertamente della sua omosessualità. In un discorso dopo aver ricevuto il premio Cecil B. Mille, alla carriera, l'attrice ha precisato che era 'uscita allo scoperto mille anni fa, nell’età della pietra, prima a parenti e amici e poi via via a chi incontravo nella mia cerchia".

 Alicia Christian «Jodie» Foster è un'attrice, regista e produttrice cinematografica, candidata quattro volte all'Oscar, di cui due vinti per «Sotto accusa» (1989) e «Il silenzio degli innocenti» (1992). È nata nel 1962 a Los Angeles. Debutta a soli tre anni in vari spot pubblicitari (famoso quello per la Coppertone riprodotto accanto) e lavora a lungo per la Disney. Nel 1988 interpreta Sarah in «Sotto accusa», di Jonathan Kaplan, basato sulla storia vera di una cameriera stuprata sul flipper di un bar. Ma il ruolo che la consacra come star a livello internazionale è quello dell'agente Fbi Clarice Starling ne «Il silenzio degli innocenti» di Jonathan Demme. Nel 2013 riceverà il Golden Globe alla carriera, la più giovane attrice a ricevere questo premio dopo Judy Garland.


"Credo di avere un bisogno improvviso di dire qualcosa che non ho mai detto in pubblico. Sono un po' preoccupata ma non così nervosa come il mio agente. Come tutti sanno sono... single,". Ma parlerò con orgoglio ... sono single ', ha scherzato l'attrice 50 anni,' spero di non deludere per non avere una grande dicurso oggi di 'coming out'ì". La Foster ha proseguito ironizzando sul fatto che ci si aspetta che le celebrità rivelino di essere gay "con una conferenza stampa, un profumo o un reality in prima serata. E voi ragazzi potreste essere sorpresi, ma io non sono Honey Boo Boo Child (una bambina protagonista di un reality statunitense in cui si raccontano i suoi sforzi per diventare una reginetta di bellezza, ndr). No, mi dispiace. Questa non sono io, non lo sono mai stata e mai lo sarò. Ma per favore non piangete, perché il mio reality show sarebbe davvero noioso". Ha quindi aggiunto con aria di sfida: "Se foste stati una figura pubblica sin da bambini (ha debuttato a 3 anni nella pubblicità del Coppertone) anche voi valutereste la privacy sopra ogni altra cosa".

Nessun tabù

La Sessualità di Jodie Foster non e un mistero a Hollywood da molti anni, ma l'attrice non aveva mai affrontato la questione in pubblico. "Non potrei mai stare qui, senza riconoscere uno dei più profondi amori della mia vita: la Foster ha quindi ringraziato Cydney Bernard, produttrice cinematografica che ha identificato come "la mia eroica co-genitrice, la mia ex-partner in amore e sorella dell'anima per la vita". La Bernard è stata la sua compagna per 20 anni, da quando si incontrarono sul set di Sommersby nel 1993, una relazione che non ha mai nascosto e nel corso della quale sono stati concepiti i due figli della coppia (Charles nel 1998 e Christopher nel 2001).

L'attrice ha poi ha poi avuto un momento di intensa commozione quando ha parlato della madre ottantaquattrenne Evelyn Almond, che soffre di demenza senile. "Mamma, lo so che sei dentro quegli occhi azzurri da qualche parte", ha detto con le lacrime agli occhi. "Ti amo, ti amo, ti amo, e spero che se dico questo tre volte, le parole sapranno magicamente raggiungere la tua anima, e potranno riempirla di grazia, con la gioia di sapere che hai fatto bene in questa vita, sei una mamma grande!

Infine il pensiero e le parole ai due figli: "Charlie e Kit sono la mia ragione di vita e di evoluzione... Ragazzi, nel caso non lo sapeste, questo discorso, tutto questo è per voi. Sono così orgogliosa della nostra Modern Family!" - ha esclamato.

La Foster ha quindi concluso il discorso con un riferimento indiretto a un cambiamento di priorità nella sua carriera. Ma dietro le quinte con i giornalisti ha smentito ogni ipotesi di ritiro: "Sento questo momento come la fine di un'era e l'inizio di qualcos'altro, un momento spaventoso ed eccitante". "Il mio discorso parla per sé - ha poi aggiunto, spiegando perché abbia deciso questo luogo e questo momento per discutere pubblicamente della sua vita privata - è un grande momento, volevo dire quello che ho più a cuore".






Le star di Hollywood entusiaste per il coming-out di Jodie Foster.
18:55 14 GEN 2013

(AGI) - Londra, 14 gen. - E' un coro di approvazione quello che si e' levato in favore di Jodie Foster dopo che il suo coming-out a sorpresa sul palco dei Golden Globe. Rosie O'Donnell, star dei talk show, lesbica dichiarata, ha scritto su Twitter che il discorso della Foster l'ha "commossa fino alle lacrime" e Ricky Martin, che appena due anni fa ha rivelato la sua omosessualita', ha sottolineato come l'attrice abbia scelto "il momento per lei giusto, non un attimo prima, non uno dopo". Sintetico, sempre su Twitter, Jesse Tyler Ferguson: "Jodie Foster. Sei la perfezione. Ti amo." Kristin Chenoweth, attrice di 'Glee', ha detto di essere stata sopraffatta dall'emozione mentre guardava in tv la cerimonia di consegna dei Golden Globe. "Sono in lacrime" ha scritto, "Jodie mi ha ucciso. Meravigliosa" Richard Dreyfuss ha twittato tutta la sua ammirazione per la Foster, "una delle piu' straordinarie attrici di tutti i tempi, ma soprattutto, una delle persone piu' straordinarie". (AGI) .

A testimonianza di quanto il discorso di Jodie abbia inciso sulla serata la battuta finale delle due conduttrici Tina Fey e Amy Poulher che si sono congedate dal pubblico dicendo: "Noi andiamo a casa con Jodie".

Fonte: http://www.whogottherole.com/news/jodie-foster-is-gay-and-retiring-watch-last-nights-golden-globe-speech-28976
Posta un commento

LA TRANSESSUALITA' non è più classificata dall'Oms come malattia mentale.

Nel mese dell’orgoglio LGBT, l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, da un motivo in più per festeggiare e toglie la transessuali...