I progressi di Cuba nella chirurgia di riassegnazione del sesso

L'Avana, 16 gen (Prensa Latina) In Cuba sono state operate 15 persone trans, e ci sono altre richieste di persone transessuali, che sono trattati da un comitato secondo gli standard internazionali, ha assicurato uno specialista.

Mariela Castro Espin, direttrice del Centro Nazionale di Educazione Sessuale (CENESEX), ha spiegato che il primo intervento di questo tipo stato realizzato sull'isola nel 1988, tuttavia, non è stato fino al 2007 quando il Ministero della Salute Pubblica ha iniziato un altra volta la procedura.

No momento che questi servirsi saranno pubblicati sui media, arriveranno più persone che vivono questo conflitto e non sanno che possono ottenere un aiuto, un esperto ha sottolineato in una intervista con il site digitale Cubase.

Oggi, le persone transgender devono essere seguite per due anni, durante i quali ricevano un supporto medico e psicologico, insieme a una terapia ormonale personalizzata per tutta la durata della transizione verso il genere con cui si identificano.

Al termine del processo, la Commissione convalida coloro che stanno per passare per la riassegnazione del sesso (o popolarmente noto come il cambiamento sesso) e il cambiamento giuridico di identità, ha detto Castro Espin.

Ha spiegato tuttavia che la chirurgia non è un capriccio estetico, ma una procedura scientificamente analizzata a livello internazionale, che mostra un notevole vantaggio per il benessere delle persone transgender.

Con la procedura chirurgica si aiuta ad alleviare il disagio vissuto da queste persone fin dall'infanzia a causa del pregiudizi che portano a incomprensioni e discriminazioni, ha detto.

D'altra parte, ha sottolineato che dal 2008 il paese sta lavorando ad una strategia educativa, con il sostegno dei media, istituzioni statali, il Partito Comunista e le organizzazioni della società civile, a rispettare l'orientamento libero e responsabile sessuale e identità di genere.

Si tratta di un processo di profonda trasformazione culturale, di elementi che contribuiscono ad una analisi di smantellare i pregiudizi che sono stati stabiliti storicamente a dominare le persone, la loro sessualità ed i loro corpi.

Il cambiamento della coscienza sociale è molto complessa e richiede molto tempo, ma ci deve essere una risposta forte dalla politica, per facilitare il cambiamento, altrimenti riprodurremo le stese forme di pensamento sbagliato dalle società che ci hanno preceduto, ha espresso Castro Espin.

Queste e altre importanti questioni scientifiche che discuteremo a lungo nel VI Congresso cubano di orientamento, educazione e terapia sessuali, che si terrà presso il Palazzo delle Convenzioni dell'Avana 23-26 gennaio prossimo.

Al'evento, parteciperanno esperti dei Stati Uniti, Spagna, Canada, Venezuela, Argentina, tra gli altri, sarà sviluppato sotto il motto L'educazione sessuale nei processi di trasformazione sociale.

Commenti

Post più popolari