giovedì 15 marzo 2018

Marielle Franco è stata giustiziata a Rio de Janeiro, per la sua lotta contro le violenze della polizia. È stata assassinata a colpi di pistola .

Brasile. Leader significativa e simbolo di attivismo nel campo dei diritti umani, Marielle ha svolto un ruolo decisivo nella difesa dei diritti di tutti i cittadini, con le lotte significative nella sicurezza pubblica e nelle cause delle donne, neri e Lesbiche, Gay, Bisessuali, transessuali e transgender .


Marielle Franco, 38 anni, era consigliera comunale, attivista del Partito Socialista e della Libertà (PSOL) è stata uccisa a colpi d'arma da fuoco nel quartiere centrale di Estácio mercoledì sera (14) a Rio de Janeiro. Quando tornava da un evento chiamato "Giovani nere muovendo le strutture", per la difesa dei diritti delle donne di colore. Anche il suo autista è stato ucciso mentre un'altra donna che era in macchina è rimasta illesa. Secondo i primi elementi dell'inchiesta, i colpi fatali sono stati esplosi da un'altra macchina che ha affiancato l'auto della consigliera.

L'inizio del suo attivismo per i diritti umani ha un fattore in comune con la fine della sua vita: la violenza. Poco dopo essersi iscritta a una scuola comunitaria, ha perso un'amica, vittima di un proiettile vagante, in una sparatoria tra polizia e trafficanti nel Complesso Maré, un gruppo di favelas nella parte settentrionale della capitale. Il corso è stato l'inizio della sua carriera accademica, che l'ha portata a diventare sociologa e poi master in pubblica amministrazione.



La militanza le ha garantito i 46.502 voti che l'hanno resa la quinta consigliera più votata a Rio de Janeiro nel 2016. Prima della Camera, ha lavorato in organizzazioni della società civile come la Fondazione Brasil e il e il Centro de Acione Solidárias da Maré. Inoltre, ha coordinato la Commissione per la difesa dei diritti umani e la cittadinanza di Alerj (Assemblea legislativa dello Stato di Rio de Janeiro), a fianco dell'attuale rappresentante di Stato Marcelo Freixo, anch'egli membro del PSOL. Marielle era nel suo primo mandato come parlamentare.

La leggenda per la quale Marielle è stata eletta con il quinto maggior voto del comune nel 2016, con oltre 46 mila voti, rafforza l'ipotesi di matrice politica. Vale a dire un'esecuzione. Marielle aveva appena denunciato l'azione brutale e truculenta della PM( polizia militare) nella regione di Irajá una comunità( Favelas) di Acari.
Con il coraggio con cui Marielle ha affrontato chi pensa che " bandito buon è bandito morto" e per la sua lotta in difesa della pace nelle favelas è che lei e Anderson sono morti. Sono stati uccisi dalla crescente criminalizzazione dei movimenti popolari. Uccisi dal discorso di odio che considera ogni residente un criminale. Uccisi da coloro che cercano a tutti i costi di mettere a tacere la voce dei più poveri. Uccisi dall'impunità ereditata dalla dittatura militare. Uccisi dall'avanzata del fascismo.
La sua esecuzione ieri sera è un attacco diretto a tutti coloro che si battono per la fine della violenza della polizia contro la popolazione nera e periferica e per una società giusta ed equa. Ecco perché non possiamo tacere di fronte a questo crimine, né possiamo raffreddare la lotta per la quale Marielle ha dato la vita. Che gli mandante ed autori principali della sua morte possono essere identificati e puniti immediatamente!

Governo e politici condannano Il governo brasiliano ha annunciato che chiederà alla polizia federale di assistere le autorità di Rio nelle indagini. Il governatore di centro-destra dello stato di Rio, Luiz Fernando Pezão, ha parlato di "vigliaccheria estrema", e il sindaco evangelista della città ha condannato questo "brutale assassinio".

Amnesty: "Indagine rigorosa" L'associazione per i diritti umani Amnesty International ha ha chiesto "un'indagine immediata e rigorosa", in modo che "non ci sia dubbi sul contesto, le motivazioni e gli autori "dell'assassinio della consigliera comunale.

Il PCB( partito comunista brasiliano) di Rio de Janeiro ha sottolineato in un messaggio che l'omicidio "amplifica più fortemente la piaga della violenza urbana che è esposta ai poveri brasiliani e alla popolazione nera". 



Il Movimento dei lavoratori rurali senza terra (Mst) ha emesso un messaggio di dolore e sofferenza per l'omicidio di Marielle e del suo autista. "Marielle, era una amica e militanti del MST,. schierata in difesa dei diritti umani e l'uguaglianza sociale, lascia un'eredità di lotta a favore della classe operaia", dice il movimento.

In 15 mesi al municipio, ha presentato 16 progetti di legge. Due di essi sono stati approvati come leggi concrete: uno sulla regolamentazione delle motociclette, un importante mezzo di trasporto nelle favelas e un altro sui contratti del municipio con le organizzazioni sanitarie sociali, frequenti obiettivi di indagini sulla corruzione.

Alla fine di febbraio di quest'anno, è diventata la relatrice per un consiglio Comunale che accompagna il lavoro dei militari nell'intervento federale nell'area della sicurezza a Rio. Si era posizionata pubblicamente contro la misura.

La parlamentare ha denunciato sui suoi social, durante il fine settimana, un'azione della polizia militare nella favela degli Acari. "Il 41esimo battaglione della polizia militare di Rio de Janeiro sta terrorizzando e violentando i residenti di Acari ... È sempre successo ma con l'interversione è diventato anche peggio", ha scritto.

La PM di Rio ha confermato l'operazione e ha affermato che i criminali hanno sparato alla polizia e li hanno affrontati.

Donna, nera, madre, Lesbica ,era figlia della favela da Maré. Era Così che la consigliera Marielle Franco (PSOL), assassinata nella notte di questo mercoledì (14) , nel centro di Rio de Janeiro....Si definiva . Marielle Lascia una figlia di 17 anni.

l'8 marzo

Giovedì (8), Giornata internazionale della donna, Marielle si è rivolta alla plenaria del municipio e ha parlato della resistenza contro "i comandi e i desmandos che influenzano le nostre vite" e ha elencato i dati sulla violenza contro le donne subito dopo essere stata interrotta dalla consegna di una rosa. "L'uomo che fa i compiti" si lamentò.

Poi interrotta da un uomo che gridò dalla galleria durante il suo discorso, difendendo la dittatura, la consigliera si irritò e disse che non gli fermava l'interruzione dei consiglieri e quindi, non avrebbe accettato lo stesso "da un cittadino che viene qui e non sa ascoltare la posizione di una donna eletta.



Le fonte :https://g1.globo.com/rj/rio-de-janeiro/noticia/freixo-faz-homenagem-a-vereadora-marielle-em-rede-social.ghtml

https://g1.globo.com/rj/rio-de-janeiro/noticia/os-ultimos-momentos-de-marielle-franco-antes-de-ser-morta-com-quatro-tiros-na-cabeca.ghtml

https://istoe.com.br/batalhao-alvo-de-denuncias-de-marielle-franco-e-o-que-mais-mata/

http://www.redebrasilatual.com.br/

Cent'anni di Mandela: Il 18 luglio del 1918 nasceva l'uomo che ha lottato contro l'Apartheid passando 27 anni in carcere

Il 18 luglio del 1918 nasceva Nelson Rolihlahla Mandela, l'attivista e politico sudafricano lottò una vita intera contro la violenza e l...