Caitlyn Jenner premiata al Courage Awards, si è rivolta alla platea di atleti e al mondo intero con parole toccanti

Los Angeles, 16 luglio 2015 - La stella olimpica, ex campione di decathlon, nel passato conosciuta come Bruce Jenner,65 anni, è stata premiata con l'Arthur Ashe Courage Award alla cerimonia annuale ESPYs che onora l'eccellenza di ESPN nello sport. Un lungo applauso ha accolto Caitlyn, acclamata anche dalla sua famiglia.

Il premio è il riconoscimento del grande coraggio di personaggi che hanno contribuito a qualcosa di grande nella comunità sportiva. Cailtyn Jenner ha fatto un discorso potente su l'accettazione dei diritti delle persone.

Dopo aver ricevuto una standing ovation dalla folla al Teatro Microsoft a Los Angeles, ha scherzato: "Gli ultimi mesi sono stati un turbinio di tante esperienze ed emozioni diverse; sembra che ogni volta mi metta in situazioni di alta pressione: competere ai Giochi, metter su famiglia... Ma non ho mai sentito più pressione di quanta ne abbia sentita in questi ultimi due mesi, per la scelta di questo vestito". Ok ragazze, ora lo so, è necessario scegliere le scarpe, i capelli, il trucco, l'intero processo è stato faticoso". Vestita in un lungo abito color rosa pallido, ha implorato i critici di moda: "Siate gentili con me, sono nuova a tutto questo".

Il video. E gran parte del discorso tradotto viene dopo:


Dice che dà molto lavoro per la produzione di momenti speciali ...

"Gli ultimi mesi sono stati un vortice di esperienze ed emozioni diverse ogni volta che dò indietro nella vita, sembra che mi sto mettendo in quelle situazioni un sacco di pressione: giochi di corse, la creazione di famiglia, ma non ho mai sentito così tanto la pressione nella mia vita negli ultimi mesi - la scelta di questo outfit. Ragazze, capisco!Hai le scarpe, i capelli, il trucco, l'intero processo. E 'faticoso! E il passo successivo: la polizia di moda. Si prega di essere gentile con me! "

Che dire di aver incontrato più persone che hanno vissuto quello che ha ...

"La verità - ha aggiunto tornando seria - è che prima di un paio di mesi fa non avevo mai incontrato una persona trans. Ho affrontato la mia situazione per conto mio, in privato, e questo si è rivelato un viaggio incredibile, illuminante, stimolante ma anche spaventoso. In tutto il mondo in questo momento, ci sono giovani che vengono a patti con l'essere transgender. Stanno imparando che sono diversi e stanno cercando di capire come gestire la situazione. Sono vittime di bullismo, sono picchiati, assassinati e commettono suicidio. I numeri sono impressionanti, ma sono la realtà di ciò che significa essere trans oggi". Caitlyn ha richiamato l'attenzione sulla recente morte di due giovani trans, uno assassinato e l'altro morto suicida, dicendo: "Ogni volta accadono cose come questa la gente si meraviglia, ma avrebbe potuto essere diverso se la questione fosse stata messa in luce con più attenzione. Se c'è una cosa che so della mia vita, è la potenza dei riflettori. A volte diventa travolgente, ma con l'attenzione diviene responsabilità".


Parlando del suo passato come medaglia d'oro olimpica, Caitlyn ha detto: "Mi sono allenato duramente. Ho gareggiato duro. E per questo la gente mi rispetta, ma questa transizione è stata più difficile per me che qualsiasi cosa avessi potuto immaginare. Per questo motivo le persone trans si meritano il vostro rispetto. Da ciò deriva una comunità più compassionevole e un mondo migliore per tutti noi". Asciugandosi le lacrime, ha ringraziato la sua famiglia, dicendo: "Non ho mai voluto far del male a nessuno, è stata la mia grande paura. Ho sempre voluto che i miei figli fossero orgogliosi della loro papà, per quello che era in grado di realizzare nella sua vita. Voi ragazzi avete dato tanto a me. Sono così grato di avere tutti voi nella mia vita".

Infine Caytlin ha concluso: "Devo molto allo sport. Mi ha mostrato al mondo. Mi ha dato una identità. Se qualcuno volesse fare il bullo con me, beh sapete cosa, sono stato il MVP della squadra di calcio, non era un problema, e la stessa cosa vale per stasera. Se si desidera fare scherzi, mettere in dubbio le mie intenzioni, vadano pure avanti. Posso accettarlo. Ma le migliaia di ragazzi là fuori che fanno i conti con quello che sono, non dovrebbero accettarlo". "Che si tratti di coraggio, o di polemica, o di pubblicità, il punto è che non si tratta solo di una sola persona, si tratta di migliaia di persone. Non si tratta solo di me, si tratta di tutti noi, nell'accettarci l'un l'altro. Siamo tutti diversi e non è una cosa negativa. Questa è una buona cosa, e mentre non può essere facile superare le cose che non sempre si capiscono, voglio dimostrare che è assolutamente possibile se tutti noi lo facciamo insieme".

"Grazie per questa opportunità. Grazie per questo onore concesso a me e la mia famiglia. Grazie ".

Commenti

Post più popolari