India: la Corte Suprema ha riconosciuto il diritto dei transessuali a essere considerati come «terzo sesso» sui documenti legali




La Corte Suprema indiana ha riconosciuto Martedì  15/04/2014  il diritto dei transessuali a essere considerati come «terzo sesso», né maschio né femmina, una decisione accolta con soddisfazione da gruppi di militanti. 


Una sezione del massimo organo giudiziario, composta dai giudici K.S.Radhakrishnan e A.K.Sikri, ha stabilito che i transessuali devono avere gli stessi diritti degli altri cittadini e che devono essere considerati come minoranza da tutelare. Il che significa che possono accedere alle “quote riservate” ad alcune minoranze e caste inferiori nelle scuole e nella pubblica amministrazione nell’ambito delle politiche di discriminazione positiva. È previsto che abbiano accesso al sistema sanitario e anche il diritto a usufruire di bagni pubblici separati. La Corte, inoltre, ha chiesto al governo e agli Stati di avviare programmi di “welfare” e campagne di sensibilizzazione. Il ricorso è stato presentato nel 2012 da un gruppo guidato da Laxmi Narayan Tripathi, un attivista eunuchi e transessuali nota per la sua lotta per il riconoscimento dei loro diritti.

All'inizio di aprile, la più alta corte in Australia ha stabilito che una persona possa essere riconosciuta dallo stato civile come sesso neutre rispetto al genere, uno dei pochi paesi a riconoscere un terzo genere. 

Nel frattempo, la Germania e Nepal permettono ai loro cittadini di mettere una X nella "sesso" box passaporto.

In India , la stessa Corte di Cassazione nel mese di dicembre ha rifiutato di depenalizzare l'omosessualità , che resta un reato. La sentenza ridà speranza alla battaglia della comunità Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) diretta a ottenere l’abolizione del vecchio e obsoleto articolo 377 del Codice penale indiano che vieta il `sesso contro natura´ come la sodomia e la fellatio. Rovesciando una precedente decisione di una corte inferiore del 2009, lo scorso dicembre la Corte Suprema aveva reintrodotto la disposizione in base alla quale i rapporti tra omosessuali sono illegali.

Commenti

Post più popolari