Le leggi anti-gay in Russia influenzano il show biz, per il bene e per il male.

Le Olimpiadi invernali del 2014 e la Coppa del Mondo del 2018 non sono gli unici grande eventi che si terranno in Russia. Prima di loro è prevista per novembre di quest'anno, non meno che il concorso di Miss Universo.

Pochi concorsi coinvolgono così tanti gay nella produzione come nei concorsi di bellezza. Sì, le ragazze sfilano in costume da bagno per attirare un pubblico maschile eterosessuale. Ma dietro le quinte c'è un esercito di truccatori, parrucchieri e stilisti, quasi tutti più interessati al proprio sesso.


A volte sono anche sul palco. E 'il caso di Andy Cohen, ospite di American pay canale Bravo. O meglio, era il caso. Andy che era stato scelto per essere uno degli ospiti della finale di Miss Universo di Mosca. Ma ha già avvertito che non lo farà: è apertamente gay, e non vuole onorare un paese che reprime in forma cosi abusiva quelli che condividono il suo orientamento sessuale.



Non è stato solo Andy che ha annullato il suo viaggio. Questa settimana l'attore Wentworth Miller inoltre ha declinato l'invito a visitare la Russia, più precisamente per il festival del cinema di San Pietroburgo. In una lettera che ha fatto notizia in tutto il mondo, ha spiegato che il suo ritiro è anche a causa delle leggi assurde che vietano la "propaganda gay".



Nel frattempo, i politici russi minacciano di fare causa, multare e persino arrestare Madonna e Lady Gaga, che nel 2012 hanno fatto spettacoli nel paese. E 'un po' troppo tardi, ma serve per intimidire qualsiasi artista che sta pensando di far un tour in Russia.

La patata bollente è solo in aumento. Qualsiasi pop star che osare a partecipare alle cerimonie dei Giochi invernali di apertura o di chiusura è a rischio di entrare in una sorta di "lista nera", che possono danneggiare la loro immagine e la loro carriera. È stato cosi per il gruppo Queen e per la cantante Dionne Warwick, che hanno fatto concerti in Sud Africa durante il regime dell'apartheid.

Per inciso, il caso del Sud Africa ha mostrato come i boicottaggi e le sanzioni possono essere davvero efficaci. Pur mantenendo la sua politica razzista, il paese è diventato un caso internazionale. È stata esclusa da quasi tutti i campionati del mondo sportivo e le rotte dei tour più importanti. La pressione ha funzionato, e l'apartheid è conclusa nei primi anni '90.

È altamente improbabile che tutto questo possa succedere alla Russia. Il paese è semplicemente troppo grande e troppo importante per essere ignorato. Si tratta di un importante produttore di petrolio e gas naturale, e ha un arsenale nucleare che è solo più piccolo rispetto agli Stati Uniti.

Tuttavia, è salutare che  molti artisti si alzino in piedi contro la leggi anti-gay gonfiato dal governo di Vladimir Putin. La Coppa le Olimpiadi e anche il Miss Universo si svolgono nelle date in programma. Ma senza il glamour che potrebbero avere.

Di Tony Goes.

Commenti

Post più popolari