Scomunicato in Brasile il prete che difende i matrimoni gay

Il vescovo di Bauru, una città di circa 350 mila abitanti all'interno dello stato di San Paolo, in Brasile, ha scomunicato un prete che si era espresso in favore delle unioni tra persone dello stesso sesso. La scomunica è stata resa nota dalla diocesi di Bauru attraverso il proprio sito internet in cui si precisa che "uno degli obblighi del vescovo è quello di difendere la fede, la dottrina e la disciplina della Chiesa". Il testo è firmato dal Consiglio dei preti diocesani, è composto da dieci sacerdoti della cupola dell'organo. Ora, il processo di scomunica sarà toccata da un giudice istruttore per poi  raggiungere il Vaticano, per ultima analisi, della chiesa.
 
Conosciuto per contestare il conservatorismo morali della Chiesa Cattolica, Roberto Francisco Daniel, 48 anni, conosciuto come padre Beto, ha tenuto la sua ultima Messa, Domenica (28), in due chiese che erano piene di fedeli commossi.

Il vescovo di Bauru, Caetano Ferrari, 70 anni, aveva invitato il sacerdote "a confessare l'errore commesso" e, al suo rifiuto, è scattata la scomunica.

Padre Beto è un personaggio anticonformista e molto popolare. Lo si può incontrare spesso nei pub e nelle birrerie di Bauru con indosso magliette con immagini di rockstar o di Che Guevara e con anelli e piercing. Oggi ha salutato i suoi ormai ex parrocchiani dicendo loro di sperare di tornare presto.

Per fortuna nessun rogo ', ha detto commentando in modo ironico la decisione del vescovo. Padre Bento ha detto che la decisione non cambierà nulla nella tua vita, avendo già deciso dalla rimozione della Chiesa.

"Chi ha detto che un dogma non si può discutere? Se riflettere è un crimine, io sarò sempre un peccatore", ha aggiunto.

Fonte:http://www1.folha.uol.com.br/cotidiano/2013/04/1270637-igreja-decide-excomungar-padre-que-defende-homossexuais-em-sp.shtml

Commenti

Post più popolari