WASHINGTON: SÌ A NOZZE GAY, LA GOVERNATRICE FESTEGGIA

La Camera dei Rappresentanti dello Stato di Washington, negli Stati Uniti, ha votato mercoledì 08 un disegno di legge che legalizza il matrimonio tra persone dello stesso sesso, che deve essere promulgata nei prossimi giorni dal Governatore dello Stato di Washington, Christine Gregoire (democratica), lei ha cinque giorni di tempo per emanare il testo, il che renderebbe Washington il settimo stato degli Stati Uniti a permettere il matrimonio gay. "La legge è stata approvata con 55 voti favorevoli e 43 voti contrari". 




Christine Gregoire, nei mesi scorsi aveva sostenuto il testo  che avrebbe firmato nel caso fosse stato approvato dal parlamento. Washington e il settimo Stato degli USA a consentire il matrimonio gay, dopo  Connecticut, Iowa, Massachusetts, New Hampshire,  Vermont e New York. Oltre alla capitale federale , Washington. Il voto è arrivato un giorno dopo l'abrogazione della Corte di Appello di San Francisco della "Proposition 8 (http://it.wikipedia.org/wiki/California_Proposition_8), che aveva rimosso il diritto del matrimonio gay, legalizzato in California per diversi mesi nel 2008.

Christine Gregoire, poteva scegliere San Valentino per porre la sua firma alla legge - la sua entrata in vigore e dopo 90 giorni dalla firma. Gli oppositori del matrimonio Gay hanno annunciato che avrebbero cercato di convocare un referendum per abrogare il testo. Se ottengono il numero di firme necessarie per un referendum, la legge sarà sospesa in attesa dell'esito della consultazione. Ma la decisione della Corte di Appello di San Francisco, che ha visionato il caso della California, potrebbe scoraggiare una tale iniziativa.

Perché i giudici hanno dichiarato "incostituzionale il referendum del 2008 che ha vietato il matrimonio gay in California, credevano di poter ritirare il diritto a una parte della popolazione, per motivi di orientamento sessuale, un diritto che era stato precedentemente concesso.

I parlamentari dello Stato del New Jersey, orientale, la maggior parte Democratici , voterà la prossima settimana la propria legislazione per legalizzare le unioni gay. Ma anche se il testo sarà adottato, il governatore (repubblicano) dello stato, Chris Christie, ha annunciato che avrebbe posto il veto.

V,M.

Commenti

Post più popolari