La storia di Jackie, transgender a 10 anni. Cosa ne pensate?



-Un ragazzo di dieci anni da una piccola città dell'Ohio, ora vive la sua vita di ragazza. Questa affascinante storia stata raccontata su la tv ABC Giovedi notte su un speciale Primetime Nightline, gli spettatori hanno guardato una famiglie straordinaria rivelando parti intime della loro vita.

Nel video allegato qui sopra, potete vedere Jackie, che racconta la sua storia. Che dice che da quando era un bambino, lei sapeva che non era un ragazzo.


Ecco una storia edificante di un ragazzo di nome Jack, che da bambino ha detto che voleva essere una ragazza, e la cui genitori hanno ascoltato e appoggiato completamente la sua transizione verso la femminilità. Jack è ora Jackie, e sua madre dice: "Mi sento come se non avesi mai veramente avuto un figlio, ma si una figlia che purtroppo e nata nel corpo sbagliato".

Quando aveva solo 18 mesi, i genitore hanno capito che qualcosa nel loro figlio era diverso . Jackie amava gli abiti luccicanti, le belle scarpe e bambole Barbie, e ha rifiutato di giocare con i camion e altri tradizionalmente giocatoli "maschili" . Il padre di Jackie pensava che Jackie fossi gay, e quando la bambina aveva solo 2 o 3 anni, sua madre ha fatto una piccola ricerca su internet e ha scoperto la transessualità e cosa voleva dire essere transgender.

Nel periodo scolastico tutto era diventato difficile per Jackie, che era costantemente vittima di bullismo fino a che Jackie è tornando della scuola piangendo, disse a sua madre che aveva qualcosa di cui aveva bisogno di dirle: ". Io sono una ragazza e
non ce la faccio più"Si riferiva alla sua vita da ragazzo.

Da quel momento in poi i genitori prendano la decisione che la felicità dei loro figlio veniva prima di ogni altra cosa e gli ha permesso di vivere apertamente come una ragazza. Prima, vestendosi a casa da ragazza, ma ha frequentato la scuola in abbigliamento maschile. Oggi Jachie 10 anni vive una adolescenza felice e ha molti più amici.

Jackie ha una sorella più anziana lei le accetta per quello che è.

E 'da notare che non tutti nella rurale città dell'Ohio, sonno d'accordo, tra cui il nonno di Jackie. Egli dice: "Non posso accettare che un ragazzino di 9 o 10 anni possa prendere decisioni per se stesso, che sarà della sua vita" I suoi genitori, tuttavia, sono più preoccupati per quando Jackie un giorno troverà un compagno e se lei sarà discriminata sul posto di lavoro. Questi sono i problemi più evidenti lungo la sua strada, ma sembra un piccolo prezzo da pagare per la felicità più grande di un individuo.

McFadden chiede a Jackie alla fine della intervista."Quando ti guardi allo specchio, cosa vedi?" Jachie rispondi. "Una ragazza, che è anche una persona",risponde.

E voi, Cosa pensate?: acetireste per quello che lei dice di essere o pensi che lei è troppo giovane per prendere questa decisione - pensate che tutto questo influenzerà negativamente nella sua vita? e perché? Per me, Jackie merita di essere felice.

Vanessa Mazza.


Commenti

Anonimo ha detto…
iodico.che.la.sua.scelta.di.identita.va,rispettata.la.cosa.piu.inportante.e.che.non.sofra.perche.essere,donna.e.una.cosa.bellissima.

Post più popolari